Nasce Edera: il primo centro italiano per l’Edilizia Green

Edera: il primo centro italiano nato per accelerare la decarbonizzazione e la rigenerazione dell`ambiente costruito
Edera: il primo centro italiano nato per accelerare la decarbonizzazione e la rigenerazione dell`ambiente costruito

Da anni assistiamo a numerose iniziative-pilota che sono diretta espressione dell’onda verde europea, cioè di quella serie di documenti di diversa natura che mirano a migliorare la vita dei cittadini dell’Unione attraverso un miglioramento delle condizioni ambientali e dell’efficienze energetica complessiva.

Ad esempio l’iniziativa “Civico 5.0” promossa da Legambiente ha l’ambizioso obiettivo di riconvertire verso l’efficienza energetica almeno 30mila condomini all’anno, fino al 2030. Lo scopo è quello di raggiungere un risparmio annuale di quasi 400 milioni di euro “in bolletta” per le famiglie, con una media che si avvicina a 620 euro per unità abitativa. Non solo un concreto risparmio: il traguardo più ambito è soprattutto quello di produrre un incremento dei valori immobiliari fra il 5% e il 15 per cento.

La commistione di interessi è importante: far bene all’ambiente, non intaccare i budget delle famiglie e insieme rivalutare il proprio immobile.

Non un solo obiettivo, ma un tris di obietti meritevoli di interesse.

Il modello di business di Edera

Costituita da Ance, Redo e Fondazione Housing Sociale, Edera cerca di aprire nuove strade per la riqualificazione degli edifici per ridurre bollette (impatto sul singolo) e le emissioni di CO2 (impatto sulla collettività). Una realtà che parte da lontano e che ha trovato la forza di svilupparsi anche senza fondi pubblici dedicati.

In questo caso il contributo più rilevante è stato quello della Fondazione Cariplo, che ne suoi scopi statutari prevede il supporto economico di iniziative di questo tipo. Afferma il Dott. Sergio Urbani, Direttore Generale della Fondazione Cariplo: “la Fondazione ha supportato la nascita di EDERA per la sua intrinseca capacità di abilitare e al contempo accelerare i processi di riqualificazione urbana“.

La riqualificazione urbana è una materia che negli ultimi anni ha catalizzato l’interesse di numerosi Enti dello Stato, che a vari livelli si occupano di pianificazione del territorio: tramontata l’era della cementificazione indiscriminata, è oggi necessario ripensare, ammodernare e riqualificare quanto è stato già costruito nelle decadi precedenti.

Continua il Dott. Thomas Miorin, fondatore e CEO di Edera: “In questi anni abbiamo contribuito a creare e diffondere pratiche di edilizia sostenibile che vediamo applicate solo in selezionati progetti mentre un quarto delle emissioni è prodotto dalle nostre case. Con Edera vogliamo far emergere nuove soluzioni capaci di aumentare l`efficienza delle imprese per rendere la sostenibilità e la qualità più accessibili e inclusive“.

L’iniziativa di Edera “dimostra che la sostenibilità non è un vincolo da sopportare” dichiara il presidente dell’Associazione Nazionale Costruttori, Gabriele Buia.

E’ il Dott. Miorin a spiegare in sintesi il modello di business di Edera: “Saremo un soggetto abilitante, non un costruttore, ma un centro di ricerca che faciliterà le relazioni per trovare nuove soluzioni, creando condizioni per la replicabilità“.

 

Gli obiettivi di Edera

Tre sono gli obiettivi principali della società, in linea con quelli del Recovery Fund:

  • ridurre drasticamente le bollette e allo stesso tempo le emissioni
  • riqualificare le periferie
  • rendere più produttivo il comparto delle costruzioni

 

Lo scopo è quindi quello di portare innovazione nel mercato dell’edilizia e far dialogare la filiera, coinvolgendo imprese di costruzioni e i professionisti che operano in campo edile, come quelli dell’impiantistica termo-idraulica. Inoltre Edera coordinerà in Italia Energiesprong, l’iniziativa internazionale volta ad abilitare riqualificazioni capaci di trasformare in tempi brevi edifici vecchi ed energivori in edifici a bolletta quasi zero.

Restiamo in attesa di analizzare l’esito delle iniziative che saranno concretamente poste in essere, con la speranza che siano applicabili su larga scala e che venga finalmente data una svolta green all’intero settore, come da tempo auspicato da più parti.

Condividi:

More Posts

Invia un messaggio

Compila il form per avere maggiori informazioni sui nostri servizi digitali. Ti risponderemo quanto prima